domenica, 27 novembre 2022

A.C.Ragazzi - "Che squadra" 22/23

 

L'AZIONE CATTOLICA DEI RAGAZZI è la proposta educativa che rende possibile anche ai ragazzi di vivere l'Azione Cattolica, credendo nella loro capacità di essere protagonisti della propria crescita e di essere apostoli tra i coetanei.

ACR è: 

- un gruppo di ragazzi; si rivolge alle ragazze a ai ragazzi dai 6 ai 14 anni che sono chiamati a farne parte attraverso una scelta libera e personale. Nel gruppo i ragazzi sperimentano l'amicizia e trovano lo spazio per valorizzare a pieno i loro doni nell'incontro con gli altri e con la persona di Gesù;

- un gruppo associativo: il ragazzo sceglie di starci con un'adesione personale  per vivere  un'esperienza associativa, condividendo una regola di vita comune a tutta l'AC incentrata sulla preghiera, la condivisione e il servizio; l'ACR vive l'appartenenza associativa all'Azione cattolica seguendo gli itinerari proposti per i tre archi di età (6/8; 9/11; 12/14), partecipando agli appuntamenti diocesani e alla vita unitaria dell'associazione insieme a giovani e adulti;

- un gruppo di Chiesa: vive la sua appartenenza alla Chiesa nella concretezza della vita della parrocchia e della diocesi. Il cammino di fede proposto e realizzato nel gruppo ACR è un itinerario di Iniziazione Cristiana, aiuta cioè ciascun ragazzo a prepararsi all'incontro personale con Cristo nei sacramenti, nella vita di Chiesa, nel servizio ai fratelli, nella scoperta e risposta alla propria vocazione.

 

Manifesto Acr 2022 23

Iniziativa annuale 2022-2023

Da soli si va veloci, ma insieme si va lontano. (Proverbio africano).

 

Lo sport, quindi, è fondato su un presupposto iniziale: la collaborazione e l’accordo sulle regole costitutive. Ci sono varie modalità con cui i partecipanti cooperano per far sì che un evento sportivo si realizzi. Infatti, la collaborazione è precedente ed è la base della competizione. In questo senso, lo sport è l’opposto della guerra, che si scatena quando le persone credono che la cooperazione non sia più possibile e quando viene a mancare l’accordo sulle regole fondamentali. Nello sport, l’avversario è un partecipante al contesto codificato dalle regole e non un nemico da annientare. Infatti, è la presenza di un avversario che fa emergere il meglio di un atleta e per questo l’esperienza può essere piacevole e avvincente.

Nell’anno della compagnia in cui il cammino dell’ACR ci invita a riflettere sul mistero della Chiesa, dove ognuno è chiamato a scoprire un carisma particolare, l’ambientazione che aiuta i ragazzi in questo percorso è quella degli sport di squadra.(...)

Ecco il testo integrale del cammino dell'anno: Proposta formativa logo pdf 

Ascolta l'inno 2022-2023 "Ragazzi che squadra":  audio MP3